ARTEMAD in MG – CORSI E RICORSI – 24 marzo 2010

ARTEMAD IN MG
Corsi e ricorsi
dal 24 marzo al 21 aprile 2010

testo di Lucia Masina

(…) Mostrami il paese dove caddero le bombemostrami le rovine degli edifici che si ergevano alti, ed io ti mostrerò, ragazzo mio mille ragioni per cui è solo un caso se lì non ci siamo noi.   (Phil Ochs, 1966)

 A molti è capitato di vedere, vicino alle macchine accartocciate in uno dei mille incidenti stradali che accadono sulle nostre strade, una scarpa abbandonata. E frequentemente, le telecamere che hanno documentato le tante catastrofi di questo ultimo anno, L’Aquila, Haiti, Cile, hanno indugiato su brandelli dell’esistenza, su di una scarpa superstite così fortemente evocativa del corpo che un minuto prima la calzava. Ma il suo ritrovamento obbliga alla ricerca. Ricerca di  capire cosa è successo, in che modo, quando. Ricerca di dare un nome, un volto, un corpo, una voce, dei gesti, un’anima, di dare un posto nel mondo, nella storia a chi quelle scarpe ha perduto.  Ricerca di rimuovere, rapidamente, ogni informazione sulla sofferenza, sull’angoscia, sul buio, sul pianto….. 

Oggi da uno dei pochi edifici della città che il 6 aprile 2009 non ha avuto lesioni né morti ma che riunisce, ogni giorno, centinaia di feriti nello spirito, nell’Accademia di Belle Arti del capoluogo abruzzese, si lancia un grido. Lo fanno gli artisti di Artemad che, negli spazi della MiCROGalleria, presentano Corsi e ricorsi, installazione che riapre lo spazio espositivo rimasto in silenzio dal giorno del terremoto. Posta su una colonna di legno, in precario equilibrio, come quello della gente che abita queste terre, una teca di plexiglass racchiude in formalina una scarpa ottenuta  plasmando un blocco di carne bovina. “Una scarpa generata dall’azione di scuoiamento della vita degli aquilani, composta di una materia lacerata dal dolore e dalla paura,  congelata per impedirne la putrefazione”, spiegano coloro che l’hanno realizzata. Intorno 308 scarpe a memoria dei 308 caduti nel terremoto cui solo una collettiva ripresa del cammino interrotto  potrà dare giustizia.

Lucia Masina


All content © Copyright 2017 by Microgalleria.
Subscribe to RSS Feed – Posts or just Comments

Powered by WordPress